Ottobre al mercato,zucche al giusto prezzo e prime castagne +30%

Ottobre al mercato,zucche al giusto prezzo e prime castagne +30%

Nonostante le temperature ancora piuttosto elevate per la media del periodo, i primi prodotti autunnali iniziano a fare capolino nei mercati italiani ortofrutticoli.

A fare da apripista, è la zucca la cui campagna di raccolta si è appena conclusa con risultati positivi per la qualità con prezzi stabili rispetto allo scorso anno.

Situazione inversa per le castagne, dove la poca disponibilità di prodotto ha portato ad un aumento del prezzo medio del 30% rispetto allo scorso anno, ma essendo ancora all'inizio della campagna, la situazione nei mercati potrebbe migliorare. E' quanto rileva per l'ANSA la Borsa merci telematica italiana (Bmti), su dati rilevati nei mercati all'ingrosso appartenenti alla Rete Italmercati.

    Rilevante come sempre è l'andamento climatico, che per le zucche ha permesso una corretta maturazione del prodotto che non ha subito danni riconducibili al caldo eccessivo degli scorsi mesi. Inoltre, le aree di produzione non sono state interessate dalle alluvioni di maggio. Buono anche il livello della domanda in continua crescita sia per quanto riguarda le zucche "comuni" sia per quelle ornamentali, in attesa di avere il boom di acquisti delle zucche di Halloween. Quanto ai prezzi la varietà Violina è sui 0,90 euro/Kg come 12 mesi fa; in rialzo del 12% la Moscata di Provenza intorno a 0,67 euro/Kg, mentre la zucca tonda Delica è in leggero aumento, con prezzi intorno 1,23 euro/Kg.

    In difficoltà, invece, sono le castagne la cui campagna è ancora agli albori ma dove già traspare la mancanza di prodotto centro-meridionale, in particolare quello toscano, campano e laziale, nello specifico viterbese. La mancanza di piogge dell'ultimo mese, infatti, ha determinato un rallentamento dell'accrescimento del frutto, con una riduzione nelle quantità ma non nella dimensione. Nel nord Italia, in particolar modo nel cuneese, la produzione è regolare ma con prodotto di pezzatura medio-piccola. La poca disponibilità ha portato ad un aumento del prezzo medio per il calibro piccolo che va da 3,50 a 4,30 euro/Kg mentre per il calibro grande si parte da 4,80 fino ad arrivare a 5 euro/Kg.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Lascia un commento